Argomento

Autunno

Insalata di polpo cetriolo patate sedano e zenzero

22 gennaio 2016

Che ne pensate se ad una classica insalata di polpo con sedano e patate bollite aggiungiamo del cetriolo, dello zenzero e del succo di limone non trattato? Provate….il risultato è ottimo per una ricetta estiva, fresca e leggera.

Ingredienti e dosi per 4 persone: 1 polpo di 700 g circa, 1 cetriolo, tre gambimagei di sedano, un pezzo di zenzero, alloro, sale, 3 patate grandi, olio evo sale e pepe qb, succo di un limone non trattato.
Ricetta: fai bollire il polpo fresco in acqua salata a cui aggiungerai qualche foglia di alloro. Il polpo ha tempi di cottura diversi a seconda della sua grandezza. Un polpo di media grandezza va cotto 10/15 min da quando bolle l’acqua e poi va lasciato in acqua per altri dieci minuti, a fuoco spento. Tiralo fuori dall’acqua, taglialo a pezzi e aggiungi sedano, patate bollite a dadini, cetriolo a pezzetti e zenzero grattugiato. Irrora il tutto con olio evo, succo di limone e aggiungi un po’ di pepe nero se ti piace.

Involtini di spatola alla siciliana su crema di cipolla rossa e peperoni

22 gennaio 2016

IMG_0625Si tratta di un piatto tutto sommato economico e anche veloce da realizzare e che prevede l’uso di un ortaggio, il peperone rosso, tipico della stagione estiva e autunnale. Se però vuoi realizzare un involtino di spatola usando la stessa ricetta, per rispettare la stagionalità, puoi servirlo con un altro ortaggio tipico della stagione invernale quale il porro!

Ingredienti e dosi per 4 persone: 8 filetti di spatola da 70 g circa cad, 3 peperoni rossi (o 2 porri) una cipolla rossa.

Per la farcia: mollica di pane, olio evo, capperi di Sicilia, pepe nero, caciocavallo, uva passa, pinoli.

Per l’impanatura: 2 uova, farina qb, pangrattato qb.

Procedimento: fai sfilettare la spatola dal pescivendolo e procedi a preparare la farcia. Unisci alla mollica abbondante olio evo, 60 g circa di caciocavallo semi stagionato (o a dadini o grattugiato), sale e pepe a tuo gusto, i capperi precedentemente dissalati (immergendoli per circa un’ora in acqua fredda), l’uva passa fatta rinvenire in acqua fredda (tienila immersa in acqua fredda per un pò cioè finché non vedi che rinviene) e i pinoli precedentemente tostati.

Non appena la farcia è pronta (assaggiala per verificare che i sapori siano tutti ben bilanciati) procedi col farcire i filetti di pesce, riponendo un pò di farcia sul filetto. Arrotola il filetto su se stesso. Procedi con l’impanatura passando l’involtino prima nella farina poi nell’uovo sbattuto e successivamente nel pangrattato. Friggi in olio extravergine d’oliva bollente.

Filetti di pesce spatola in crema di peperoni e capperi di Sicilia

20 gennaio 2016


IMG_7433
Questo piatto dai colori vivaci è di semplice e veloce realizzazione ed è anche abbastanza economico! Te lo suggerisco come secondo in un pranzo estivo o autunnale…la crema è di peperoni e la stagione di questi ultimi è l’estate e l’autunno!

Ingredienti e dosi per 4 persone: 6 filetti di spatola, farina, 2 peperoni, 2 cipolle rossa, sale e pepe quanto basta, 50 g di capperi di Sicilia, olio evo, 50 g di pinoli.

Procedimento: Comincia col preparare la crema di peperoni e cipolla rossa facendo saltare in olio evo i peperoni e la cipolla tagliati a fettine, salti e pepati. Falli stufare col coperchio in modo che mantengano l’umidità e non si attacchino al tegame. Non appena i peperoni e le cipolle saranno ben stufati frulla il tutto, assaggia e se necessario aggiusta di sale.

Fai sfilettare la spatola dal tuo pescivendolo, sala i filetti e infarinali, friggili in olio evo e mettili a scolare su carta assorbente.

Tosta i pinoli in una padella antiaderente e dissala i capperi (immergili per circa un’ora in acqua fredda e pulita e poi strizzali) che provvederai a sminuzzare.

Assembla questo secondo piatto mettendo prima uno strato di crema di peperoni poi i filetti di spatola e infine i capperi e i pinoli.

RISOTTO AI PISTILLI DI ZAFFERANO

15 dicembre 2015

Un classico risotto piace sempre, vi suggerisco però di dargli un valore aggiunto, quello estetico, usando i pistilli di zafferano.

11058368_806206446136463_4346049766302183527_n

Un buon risotto allo zafferano va fatto col brodo di carne ma se volete velocizzare i tempi di realizzazione della ricetta e ottenere comunque un buon risultato preparate un classico brodo vegetale che richiede meno tempo.

Sapete fare il brodo vegetale?

Ok vi do la ricetta!

Ingredienti: 2 carote, 1 patata, 1 zucchina,  3 coste di sedano, 2 cipolle, 2 pomodori ramati, pepe nero in grani (facoltativo), 3 lt di acqua, sale.

Mondate e tagliate a pezzi tutte le verdure e riponetele in una pentola insieme ai 3 litri di acqua e aggiungete solo se gradito qualche grano di pepe. Portate a bollore, salate, mettete un coperchio e fate cuocere per una ora e mezza.

INGREDIENTI E RICETTA

Ingredienti per 4 persone: 350 g di riso carnaroli, 6/10 pistilli di zafferano a persona (corrispondenti a circa 0,15 grammi di pistilli), 125 grammi di burro, 150 gr di grana padano, mezza cipolla, mezzo bicchiere di vino bianco.

Per il brodo di carne: un osso col midollo di bue, 1 kg di carne da brodo, sedano, carote, cipolle, 2 chiodi di garofano, 4 grani di pepe nero o misto, 4 lt d’ acqua e sale.

Innanzitutto va preparato il brodo. Pela le verdure ovvero le carote, la cipolla e il sedano, riponile insieme alla carne e all’osso col midollo in una pentola capiente e aggiungi i chiodi di garofano e i grani di pepe, aggiungi 3 lt di acqua e fai cuocere per una ora circa. Poi aggiungi gli altri 3 lt di acqua e cuoci per altre 2 ore. Filtra il brodo in modo da dividere la carne e salalo. A quel punto il brodo è pronto per essere utilizzato per la cottura del nostro risotto.

Fai raffreddare leggermente il brodo, versane un mestolo in una tazza e aggiungi i pistilli di zafferano che lascerai in infusione, coprendo la tazza, per circa 40 minuti/una ora.

Passa ora alla preparazione del risotto.

Trita la cipolla e rosolala in metà del burro, non appena si è appassita versa il riso e fallo tostare. Non appena è tostato versa il vino e fallo evaporare. Fatto evaporare il vino aggiungi un mestolo di brodo mescolando finché il riso non lo avrà assorbito. Continua fino a cottura ultimata e infine aggiungi l’infuso di brodo e zafferano con tutti i pistilli. Spegni subito il fuoco perché i pistilli non dovranno cuocere, col calore perdono le loro caratteristiche organolettiche.

Infine manteca col grana padano e il restante burro. Fai riposare col coperchio per qualche minuto e poi servi ben caldo.

Spaghetti Integrali Bio con Calamaro e Zenzero

13 agosto 2015

Questa ricetta l’ho creata in occasione di una cena informale tra amici in una caldissima serata estiva in cui avevo a disposizione solo del calamaro e dello zenzero…ho pensato che potessero accoppiarsi bene per la realizzazione di un piatto fresco e tutto sommato leggero al quale andava aggiunta un’ulteriore nota di freschezza che ho trovato nella menta del mio orticello…

Si tratta degli spaghetti integrali bio con imagecalamaro in crema di zenzero e menta!

Io l’ho realizzata con gli spaghetti integrali ma puoi usare il formato e la tipologia di pasta che più ti aggrada.

Ti suggerisco, visto che l’ingrediente principale è il calamaro, di usare quale formato di pasta la calamarata…si adatta molto bene a questo piatto   con un risultato molto gradevole sia al palato che all’occhio.

Ingredienti e dosi per 4 persone: 350 g di pasta, olio evo, un spicchio d’aglio, 30 g di zenzero, 300 g di calamari puliti, sale e pepe qb, menta.

Procedimento: salta in olio evo uno spicchio d’aglio in camicia, aggiungi lo zenzero grattugiato, poi il calamaro tagliato in parte a julienne e in parte ad anelli, sala e pepa a piacere e non appena il calamaro è cotto aggiungo la menta tritata. Se vuoi conferire una certa cremosità al condimento provvedi a frullarne un terzo e a riunirlo nuovamente alla restante parte.

Nel frattempo avrai cotto la pasta ben al dente che provvederai a saltare in padella col condimento.