Argomento

Inverno

Spaghetti quadrati al nero di seppia su vellutata di patate al brodo di cozze

26 febbraio 2016

imageQuesta ricetta è una delle mie varianti al classico spaghetto al nero di seppie. Provatela…non ve ne pentirete.  Il gusto è diverso e delicato ma altrettanto buono…ho usato uno spaghetto quadrato, non ho usato l’estratto di pomodoro, ho sfumato il sugo al vino bianco e ho servito gli spaghetti su una crema di patate al brodo di cozze.

Ingredienti e dosi per 4 persone: 350 g di spaghetti quadrati, 700 g di seppie (al netto dopo la pulitura circa 500 g), 1 kg di cozze, un bicchiere di vino bianco, 3 spicchi d’aglio, pepe e sale qb, 600 g di patate, un ciuffo di prezzemolo.

Procedimento: fai pulire le seppie dal tuo pescivendolo, avendo cura di farti mettere da parte le sacche di nero. Riduci le seppie a pezzetti. Fai dorare in una padella uno spicchio d’aglio intero in olio extravergine d’oliva, aggiungi le seppie tagliate a pezzetti, dopo aver rimosso lo spicchio d’aglio, sala e sfuma con mezzo bicchiere di vino bianco. Infine aggiungi le sacche di nero.

A parte, dopo aver pulito (meglio se lo fa il tuo pescivendolo) e tolto il filo alle cozze, falle aprire in un tegame seguendo questo procedimento: fai dorare uno spicchio d’aglio intero (che poi dovrai rimuovere) in olio extravergine di oliva, aggiungi le cozze, metti un coperchio e non appena saranno aperte, sfuma al vino bianco e pepa a piacere. Filtra con un colino il succo delle cozze. Ti servirà per la crema di patate. Non salare.

Procedi col preparare la crema di patate. Fai dorare in un tegame uno spicchio d’aglio intero in olio extravergine di oliva, aggiungi le patate, pelate e tagliate a tocchetti. Non appena saranno ben insaporite (mi raccomando di non aggiungere sale) irrora col brodo delle cozze filtrato e porta a cottura. Frulla le patate fino ad ottenere una crema della consistenza che vorrai  e che potrai ottenere dosando a tuo piacere il succo delle cozze.

Nel frattempo avrai cotto gli spaghetti ben al dente che provvederai a saltare in padella col condimento al nero. Servi riponendo gli spaghetti sulla crema di patate e aggiungendo una spolverata di prezzemolo tritato.

Come avrai notato non devi usare sale se non per salare gli spaghetti in cottura, il sapore sarà conferito dalle cozze.

Gnocchi di patate in crema di zucca e taleggio

9 febbraio 2016

Questo è un piatto ricco di sapori invernali ove la dolcezza della zucca è contrastato dal sapore intenso del taleggio!imageSe vuoi gli gnocchi puoi farli in casa….di seguito trovi anche la ricetta. In alternativa comprali…il risultato finale del piatto non sarà lo stesso ma risparmierai tempo e comunque avrai realizzato un primo piatto molto gustoso.

Ricetta gnocchi di patate

Ingredienti e dosi per 4 persone: 1 kg di patate farinose (o vecchie o rosse), 300 g di farina 00, 1 uovo, sale.

Procedimento: cuoci le patate con la buccia in abbondante acqua salata. Le patate vanno messe sul fuoco in acqua fredda e saranno cotte quando riuscirai a infilzarle con i rebbi di una forchetta. Ciò avverrà dopo circa 30/40 minuti dal bollore (a seconda della grandezza delle patate). Scolale, falle raffreddare e sbucciale. Passale al passa verdure o schiacciale con uno schiaccia patate. Setaccia la farina, aggiungila alle patate, unisci l’uovo, un po’ di sale e impasta con le mani fino ad ottenere un impasto morbido, compatto e omogeneo. Ricorda di non impastare troppo perché gli gnocchi in cottura risulterebbero duri.

Ricava dall’impasto dei filoni di diametro di circa 2-3 cm. Provvedi a tagliare i filoni a tocchi e fai scivolare i tocchetti sotto i rebbi di una forchetta, al fine di dare agli gnocchi la loro classica forma. Se ne disponi puoi usare un riga gnocchi al posto della forchetta.

Crema di zucca e taleggio

Ingredienti e dosi per 4 persone: 400 g di zucca priva di buccia, un porro, olio evo, 300 g di taleggio, sale e pepe qb.

Procedimento: stufa in olio evo il porro tagliato a rondelle aggiungi la zucca a pezzetti e cuoci a fuoco lento riponendo un coperchio sul tegame dopo aver salato e pepato a tuo piacimento.

Non appena la zucca sarà cotta, frulla il tutto aggiungi il taleggio tagliato a dadini, fallo sciogliere a fuoco lento e manteca gli gnocchi nel condimento.

‘U VROCCULU ARRIMINATU “il broccolo rimestato”

30 dicembre 2015

image

Si tratta di una tipica ricetta siciliana che può essere usata sia come contorno che come condimento per un buon primo piatto ovvero la pasta cu i VROCCULI ARRIMINATI che a sua volta può esser fatta al forno o in tegame!

Ingredienti e dosi per 4 persone: 1 broccolo da 1 kg circa, 1 cipolla, 80 g di uva passa, 80 g di pinoli, 100 g di sugo di pomodoro, olio evo, sale e pepe.

Stufa in un tegame la cipolla con l’olio evo, aggiungi il broccolo mondato e tagliato a piccoli pezzi, fallo rosolare e aggiungi il sugo di pomodoro, poi i pinoli e l’uva passa fatta rinvenire nell’acqua. Aggiungi il sale e un po di pepe e fai cuocere a fuoco lento girando di tanto in tanto finche il broccolo non sarà cotto.

Puoi servire a piacere come contorno oppure cuocere la pasta ben al dente e farla mantecare in tegame col condimento.

Potresti inoltre usare il condimento per  elaborare una pasta al forno, aggiungendo il condimento alla pasta che avrai provveduto a cuocere meno dei tempi di cottura previsti, aggiungendo abbondante pecorino o caciocavallo un po’ grattugiato e un po’ a dadini. Infine procedi a infornare per 30 minuti in forno preriscaldato a 180 gradi.

 

RISOTTO AI PISTILLI DI ZAFFERANO

15 dicembre 2015

Un classico risotto piace sempre, vi suggerisco però di dargli un valore aggiunto, quello estetico, usando i pistilli di zafferano.

11058368_806206446136463_4346049766302183527_n

Un buon risotto allo zafferano va fatto col brodo di carne ma se volete velocizzare i tempi di realizzazione della ricetta e ottenere comunque un buon risultato preparate un classico brodo vegetale che richiede meno tempo.

Sapete fare il brodo vegetale?

Ok vi do la ricetta!

Ingredienti: 2 carote, 1 patata, 1 zucchina,  3 coste di sedano, 2 cipolle, 2 pomodori ramati, pepe nero in grani (facoltativo), 3 lt di acqua, sale.

Mondate e tagliate a pezzi tutte le verdure e riponetele in una pentola insieme ai 3 litri di acqua e aggiungete solo se gradito qualche grano di pepe. Portate a bollore, salate, mettete un coperchio e fate cuocere per una ora e mezza.

INGREDIENTI E RICETTA

Ingredienti per 4 persone: 350 g di riso carnaroli, 6/10 pistilli di zafferano a persona (corrispondenti a circa 0,15 grammi di pistilli), 125 grammi di burro, 150 gr di grana padano, mezza cipolla, mezzo bicchiere di vino bianco.

Per il brodo di carne: un osso col midollo di bue, 1 kg di carne da brodo, sedano, carote, cipolle, 2 chiodi di garofano, 4 grani di pepe nero o misto, 4 lt d’ acqua e sale.

Innanzitutto va preparato il brodo. Pela le verdure ovvero le carote, la cipolla e il sedano, riponile insieme alla carne e all’osso col midollo in una pentola capiente e aggiungi i chiodi di garofano e i grani di pepe, aggiungi 3 lt di acqua e fai cuocere per una ora circa. Poi aggiungi gli altri 3 lt di acqua e cuoci per altre 2 ore. Filtra il brodo in modo da dividere la carne e salalo. A quel punto il brodo è pronto per essere utilizzato per la cottura del nostro risotto.

Fai raffreddare leggermente il brodo, versane un mestolo in una tazza e aggiungi i pistilli di zafferano che lascerai in infusione, coprendo la tazza, per circa 40 minuti/una ora.

Passa ora alla preparazione del risotto.

Trita la cipolla e rosolala in metà del burro, non appena si è appassita versa il riso e fallo tostare. Non appena è tostato versa il vino e fallo evaporare. Fatto evaporare il vino aggiungi un mestolo di brodo mescolando finché il riso non lo avrà assorbito. Continua fino a cottura ultimata e infine aggiungi l’infuso di brodo e zafferano con tutti i pistilli. Spegni subito il fuoco perché i pistilli non dovranno cuocere, col calore perdono le loro caratteristiche organolettiche.

Infine manteca col grana padano e il restante burro. Fai riposare col coperchio per qualche minuto e poi servi ben caldo.

Millefoglie di sarde alla besciamella all’arancia e finocchietto selvatico

20 novembre 2015
6d4e579a-f0d3-4d01-89e7-74a97eb6c1d4

Comincia la stagione delle arance che in Sicilia sono particolarmente belle e profumate…il connubio col finocchietto selvatico, che dalle mie parti cresce spontaneamente e sempre al mio palato risulta molto gradevole, ha ispirato la mia creatività ed ho ideato questo secondo piatto dagli intensi sapori siciliani e anche abbastanza economico e semplice da realizzare.

L’ho chiamato “Millefoglie di sarde in besciamella all’arancia e finocchietto selvatico”.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

  •  1 Kg di sarde
  • 3 arance
  • finocchietto selvatico
  • 400 ml di latte
  • farina bianca
  • olio extravergine di oliva
  • sale e pepe nero

 

PROCEDIMENTO

Comincia con lo sfilettare le sarde oppure se hai un pescivendolo di fiducia falle sfilettare a lui così risparmi tempo. Infarina le sarde sfilettate, dopo averle leggermente salate e friggile in olio evo. Riponile su certa assorbente. Prepara la classica besciamella facendo il classico roux anzichè col burro con olio evo. Pertanto in un tegame metti l’olio, fallo riscaldare un pò, aggiungi 30 g di farina e amalgamali, non appena il roux è fatto aggiungi il latte e il succo d’arancia filtrato, porta a bollore girando sempre onde evitare che si formino grumi. A parte sbollenta il finocchietto ed aggiungi un po’ della sua acqua alla besciamella e qualche ciuffetto di finocchietto. Assembla mettendo un po’ di besciamella sul fondo del piatto, poi un filetto di sarda e ancora besciamella. Prosegui facendo tre o quattro strati!

 

Impepata di cozze su letto di crema di patate rosse

18 novembre 2015

53dfdbc4-f16b-4773-a976-32f0109b7450

Ingredienti e dosi per 4 persone: 800 g di patate rosse biologiche (se non le trovi puoi anche usare un altro tipo di patata), 2 kg di cozze, prezzemolo, aglio, pepe e vino bianco.

Procedimento: dopo aver pulito e tolto il filo alle cozze procedi a scoppiarle in una capiente pentola nella quale avrai fatto soffriggere uno spicchio d’aglio in camicia con olio extravergine di oliva. Non appena le cozze saranno aperte sfuma col vino bianco. Non appena il vino e’ evaporato spegni il fuoco e aggiungi pepe nero. Filtra il liquido di cottura delle cozze che ti servirà per la preparazione della crema  di patate.

Prepara la crema di patate. Metti un tegame capiente sul fuoco e fai soffriggere uno spicchio d’aglio intero in olio extravergine di oliva, non appena quest’ultimo è dorato toglilo e aggiungi le patate pelate e tagliate a dadini abbastanza piccoli. Fai mantecare per bene e aggiungi il brodo filtrato delle cozze. Porta a cottura e frulla, otterrai la crema di patate.

Togli i molluschi dal guscio. Fai degli impiattamenti singoli riponendo un pò di  crema di patate in un piatto o coppa e aggiungendo i molluschi, sovrapponi una foglia di prezzemolo.